Voghera, porta dell'Oltrepo
Fra nuove e antiche strade,
ai confini con Piemonte e Liguria


Salice Terme
Il piacere rilassante
dell'acqua termale


Stradella, fisarmoniche nel mondo
Prestigio internazionale
e un Museo per il grande Mantice


Casteggio, città che vale
Cultura e commerci nelle piazze
all'ombra del Pistornile


Broni, capitale del vino
Vendemmia dopo vendemmia
i frutti di una straordinaria fertilità


I parchi dell'Oltrepo
Ecosistemi delicati e preziosi,
oasi naturali in cui ritemprarsi


I castelli
Antichi baluardi di difesa,
oggi esclusivi belvedere sulla pianura

Castello di Cicognola
Castello di Nazzano
Castelletto di Branduzzo
Castello di Chignolo Po


La via franchigena
Niente ori né seta e nemmeno spezie:
ma fede, radici di cultura nei secoli




Il Medioevo fu un'epoca particolarmente fiorente per il territorio dell'Oltrepo. Questa terra di confine si rivelò una regione appetibile per la posizione strategica che favoriva i transiti di merci e uomini tra il mare e Milano. I Malaspina, i Beccaria, i Mezzabarba sono solo alcuni dei nomi di signori dell'epoca che ci hanno lasciato in eredità i palazzi del loro potere. I castelli che ornano le cime delle colline non sono che le vestigia delle famiglie che secoli addietro difesero questi luoghi ricchi e fortunati da attacchi ed espropri.

Sempre collocati in una posizione particolarmente ingegnosa, i castelli controllavano gli accessi alle valli dalla montagna e sorvegliavano dall'alto gli arrivi dalla pianura. L'Oltrepo oggi raccoglie castelli, rocche, fortilizi, manieri che hanno resistito all'inclemenza del tempo riportandoci ai tempi in cui, questi luoghi abitati, erano scenari di battaglie e storie conservando quel mistero e l'amenità dell'epoca a cui appartengono.
 
   
         
       
    © 1998-2004. AB&A studios.
Tutti i diritti sono riservati.