Colori e sapori d'autunno 2017
     
  Festival di San Damiano 2017
     
  "CULT CITY" #inLombardia Pavia Capitale Longobarda, città dei Saperi e dei Sapori
     
  Alla scoperta delle colline di Montesegale - Passeggiata naturalistica notturna
     
  E' stato svelato Estilo - Una nuova eleganza e artigianalità nella nautica internazionale
     
  Sorbo Rosso: soggiorni di salute nel verde delle colline Oltre Pavesi
     
  La Civica Scuola di Pittura di Pavia
     
  Il Novecento nelle Collezioni dei Musei Civici
     
  Cinema sotto le stelle a Pavia
     
  Il 10 e 11 giugno ritorna
il Rally 4 Regioni
     
  Tranquillo Cremona e la Scapigliatura
     
  Sguardi puri 2016
     
  I Macchiaioli
     
  Da Montesegale a Montparnasse
     
  Estate al Castello Visconteo
     
  BeerFood, birra sapori e sensazioni del territorio
     
  Il 14 maggio apre le porte la 633a Fiera dell’Ascensione
     
  ASM: Parte il progetto sperimentale di raccolta della carta porta a porta
     
  Pavia – Città d’Arte in tour
     
  Sergio Alberti
Frammenti di un territorio
     
  Dal 5 Giugno al 13 Settembre 2014 torna il Festival Ultrapadum
     
  Altari Mediterranei
     
  Pissarro l'anima dell'impressionismo
     
  Monet au cœur de la vie
     
  Cinema in Castello
     
  Salice d'oro
     
  Muri stracciati a Mortara
     
  Vittoria Banqueting - Assaggi di nozze
Secondo appuntamento
     
  “I colori del tempo” invadono il Castello Visconteo
     
  Cucina, degustazioni, arte… il sabato pomeriggio da Vecchi non è mai scontato
     
  Vino Novello & Sapori d'Autunno
     
  Vittoria Banqueting - Assaggi di nozze
     
  BirrArt 2012
     
  Cava Manara accoglie la squadra di BirrArt Gourmet
     
  Una vacanza benessere alle Terme di Salice
     
  Torrevilla a Riccagioia
    Un convegno per riconoscere l’importanza del territorio
     
  Montesegale
    Il Comune che promuove il territorio
     
  La settimana della moda a Milano
     
  Dalla front row di Luisa Beccaria


Da Montesegale a Montparnasse

I luoghi del cuore protagonisti al castello di Montesegale con la mostra di pittura di Domenico Simonini…

Montesegale (PV) si conferma Borgo d’Arte e di Cultura, titolo scelto dal Comune per un’estate di eventi ad alto tasso di creatività e bellezza. Dopo la grande mostra antologica dedicata al maestro Michele Cannaò, il castello, straordinariamente aperto per l’occasione, ospita “I luoghi del cuore – da Montesegale a Montparnasse”, una retrospettiva sul pittore Domenico Simonini.

L’esibizione, ricca di suggestioni, è stata inaugurata giovedì 16 luglio alla presenza di numerosi appassionati, curiosi e delle immancabili istituzioni, nel corso di un’interessante serata moderata da Antonio Morra, del Corriere della Sera, e co-condotta dal padrone di casa Ruggiero Jannuzzelli. Il vernissage è stata l’occasione per comprendere meglio la poetica di Simonini, che è cresciuto artisticamente proprio nella rocca dei Gambarana al seguito del grande Degrada: uno spirito in viaggio, che ha trovato affinità di contenuti e di lessico pittorico soprattutto con l’esistenzialismo, da Camus a Sartre, sapendo cogliere il disagio come cifra della quotidianità, senza però rinunciare ad una visione ironica, che sa distaccarsi e mettere in scena l’umanità (la sua e quella dei numerosi soggetti ritratti).

Un eroe della figurazione, che nel pieno dell’arte povera, dell’avanguardia, dell’ossessione per la materia, per l’astrazione, per il gesto, ha saputo intraprendere un percorso assolutamente personale, per scavare con originalità la natura contemporanea attraverso la lingua della figura. Ma, nonostante le interessanti disquisizioni che è possibile svolgere, seguendo il catalogo e, ancor più, i prologhi dei critici Michele Fuoco e Dario Donantini (presenti all’inaugurazione), certamente la soluzione migliore è gustare dal vivo le numerose opere che si succedono nelle gallerie del castello di Montesegale, seguendo una strada di ricerca personale.

Ricerca: una parola che nell’immaginario comune oggi rimanda prevalentemente all’ambito scientifico, ma che, mai come il 16 luglio, ha dato il suo meglio in quello umanistico. Perché all’arte pittorica si è accostata anche quella della parola. Scritta, Riscritta. Stampata. Digitalizzata. Una prolusione letteraria ha anticipato il vero e proprio vernissage, una sorta di “a tu per tu” con Manzoni. Merito delle Edizioni La ricotta e di Franco Castagnola, autore de “Il bandolo della matassa. Fare proprio I promessi sposi”. Una sorta di manuale che propone un approccio sistemico alla lettura del capolavoro manzoniano, frutto del lavoro e della passione di Castagnola, che dopo il “trauma” scolastico ha riscoperto quel romanzo che tanta parte ha nella storia della letteratura e della lingua italiana. “Il bandolo della matassa” è un agile e-book che si presta alla lettura sinottica con l’originale e che vuole fornire un metodo adatto all’analisi completa dell’intera opera. Un approccio curioso, certamente meritevole di un approfondimento, di là dall’opportunità di vincolare necessariamente l’interpretazione dell’opera ad un principio di coerenza oggettivo universale, che sottende quello di coerenza interna che pare troppo spesso vacillare (fabula o intreccio?).

Comunque… la cultura, quella vera, è approdata in Oltrepò Pavese e ha trovato un luogo di discussione in quella che fu la corte degli eredi dei Conti Palatini di Lomello, su un poggio di segale che, nell’anno di Expo, nutre qualcosa di altro dallo stomaco. Nessuno stupore allora se si cade in una complicazione in più, in un mai udito o un mai visto… l’importante è riflettere, confrontarsi, trovare uno spunto di ispirazione nell’impagabile scenario (umano, storico e paesaggistico) di Montesegale.

Dove, tra l’altro, il cibo buono per appagare il gusto (e non solo la mente) non manca certamente.

La mostra proseguirà fino al 31 agosto venerdì, sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00 con ingresso gratuito.

 


 

         
       
    © 1998-2004. AB&A studios.
Tutti i diritti sono riservati.