L'Oltrepo in un bicchiere
Con Mario Maffi alla scoperta
dei vini dell'Oltrepo Pavese

Storie di vino e Oltrepo
Dai romani verso il futuro un poercorso
di qualità e consapevolezza

Vino: istruzioni per l'uso
Le facili regole per bere bene
e i segreti per bere meglio

Divertirsi in cantina
Le facili regole per bere bene
e i segreti per bere meglio


Prosit!
Alla vostra salute
Gusto e salute
Un consiglio di buon grado
Il Vino: bevanda o medicina?
Convivialità

Sacro e profano
Il vino come metafora
tra peccato e virtù

Le aziende vitivinicole
Assaggi e scoperte,
il fascino e la cultura del bere...


Il Consorzio Tutela Vini
Il Consorzio Tutela vini O.P.,
nato nel 1961, è l'organismo...


Le DOC
Sono 16 i nomi che significano
eccellenza: sinonimo di una qualità...




Convivialità

Da sempre il vino si identifica anche col piacere della compagnia, elemento quindi di convivialità che da diverse epoche ha allietato l'uomo anche nei momenti del relax. Da taluni citato come "figlio del Demonio", dai più come "dono di Dio" ha trovato in tutte le epoche in vari popoli grandi estimatori. Il popolo ebraico ha saputo ben valutare tale liquido alimento anche dal punto di vista edonistico raffigurandolo spesso come simbolo di amicizia e di allegria, a differenza per esempio dei Romani che spesso preferivano la quantità alla qualità, di norma esagerando. Ciò li ha portati a capire che come tutti gli alimenti anche questo andava assorbito in quantità misurata. Varie le citazioni relative alla giusta dose di vino da bersi e agli effetti più o meno positivi del medesimo.


Si riporta, ad esempio, quella del filosofo Apuleio Medaurense che ha stilato una scaletta relativa agli effetti del vino nell'uomo.
Nove per lui erano i gradini del bere: 

- primo bicchiere: giova alla salute
- secondo bicchiere: giova al buonumore
- terzo bicchiere: giova al piacere
- quarto bicchiere: apre le porte dell'ebbrezza
- quinto bicchiere: favorisce l'ira
- sesto bicchiere: fa scoppiare le liti
- settimo bicchiere: fa emergere il furore
- ottavo bicchiere: fa pervenire al sonno profondo
- nono bicchiere: apre a grave malattia


Testo liberamente tratto da "Galassia Vino"
di Mario Maffi, enologo

 
   
         
       
    © 1998-2004. AB&A studios.
Tutti i diritti sono riservati.